Strumento Attuativo

POR FSE 2014-2020: Avviso pubblico per il finanziamento di progetti per il potenziamento dell'offerta di servizi per l'infanzia e l'adolescenza a supporto della conciliazione vita-lavoro per le annualità 2018-19 nelle aree interne lombarde

Codice: RLJ12018005802

Domanda dal: 15/10/2018, ore 12:00

Scade il: 09/11/2018, ore 12:00

Sostegno alla Famiglia

E' stato approvato il D.D.U.O. 11 ottobre 2018 n. 14610 che approva l'Avviso per il finanziamento di progetti per lo sviluppo, il consolidamento o la qualificazione di servizi socio educativi innovativi e flessibili per l'infanzia e l'adolescenza per le annualità 2018-2019 nelle aree interne lombarde.

Valutato il rilievo della conciliazione vita-lavoro quale motore per lo sviluppo locale sostenibile e ritenuto che i servizi socio-educativi per l'infanzia e l'adolescenza rientrino tra i servizi essenziali necessari per fermare lo spopolamento dei territori, si intende riconoscere con questo Avviso il bisogno di flessibilità espresso dalle famiglie e ancora non soddisfatto in modo adeguato in relazione all'offerta di servizi per l'infanzia e l'adolescenza con l'obiettivo di sostenere il ruolo educativo dei genitori e la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro.

Le azioni finanziabili prevedono:

SERVIZI DI ASSISTENZA E CUSTODIA rivolti a minori a supporto del caregiver familiare;
SERVIZI PER LA GESTIONE DEL PRE - E POST SCUOLA E DEI PERIODI DI CHIUSURA SCOLASTICA (grest e oratori estivi, doposcuola, ecc..);
SERVIZI DI SUPPORTO PER LA FRUIZIONE DI ATTIVIT»' NEL TEMPO LIBERO a favore di minori (es. accompagnamento e fruizione di attività sportive e ludiche, visite a parchi/musei, eccà).

La proposta progettuale potrà inoltre sviluppare, in aggiunta e solo in modo funzionale al rafforzamento dell'efficacia di una o più delle tipologie sopra descritte, attività di informazione, sensibilizzazione e orientamento finalizzate ad accompagnare e sostenere i lavoratori e le lavoratrici con responsabilità di cura nell'accesso e nella fruizione dei servizi per l'infanzia e l'adolescenza del territorio.

Le proposte progettuali devono essere presentate da partenariati costituiti da almeno tre soggetti appartenenti alle seguenti categorie (partner beneficiari/effettivi):

enti pubblici locali;
enti accreditati per la gestione di unità d'offerta sociali e/o socio-sanitarie in regolare esercizio;
organizzazioni del terzo settore iscritte nei registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali;
enti riconosciuti dalle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese.

è obbligatorio che il capofila del partenariato, a cui è delegata la presentazione della domanda, sia un ente pubblico locale appartenente alle aree interne lombarde così come individuate dalle Delibere di Giunta Regionale 2672/2014 e 5799/2016.

E' prevista inoltre la possibilità che partecipino al partenariato anche soggetti associati e/o sponsor, appartenenti a categorie diverse da quelle ammissibili in qualità di partner effettivo, condividono gli obiettivi del progetto e che partecipano alle attività di progetto senza beneficiare del contributo.

Tutti gli interventi dovranno concludersi entro il 15 gennaio 2020.

Scheda informativa

Le proposte progettuali devono essere presentate da partenariati costituiti da almeno tre soggetti appartenenti alle seguenti categorie (partner beneficiari/effettivi):

  • enti pubblici locali;
  • enti accreditati per la gestione di unità d’offerta sociali e/o socio-sanitarie in regolare esercizio;
  • organizzazioni del terzo settore iscritte nei registri regionali o nazionali o ad analoghi elenchi regionali/nazionali;
  • enti riconosciuti dalle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese.

È obbligatorio che il capofila del partenariato, a cui è delegata la presentazione della domanda, sia un ente pubblico locale appartenente alle aree interne lombarde così come individuate dalle Delibere di Giunta Regionale 2672/2014 e 5799/2016.

E’ prevista inoltre la possibilità che partecipino al partenariato anche soggetti associati e/o sponsor, appartenenti a categorie diverse da quelle ammissibili in qualità di partner effettivo, condividono gli obiettivi del progetto e partecipano alle attività di progetto senza beneficiare del contributo.

1.100.000,00 €

I progetti ammessi saranno finanziati con un contributo a fondo perduto al massimo pari all’80% del costo ammissibile e comunque non superiore ad euro 100.000,00 a copertura delle spese di personale sostenute per la realizzazione del progetto e dei restanti costi in misura pari al 40% delle spese di personale ammissibili.

Il piano finanziario del progetto dovrà quindi essere così strutturato:

  • Totale costi diretti per il personale;
  • Altri costi (es. materiale di consumo, utilizzo di attrezzature e immobili, iniziative di promozione e comunicazione) [B = 40% di A];
  • Totale costi ammissibili [C=A+B].
Intervento che non costituisce aiuto di stato

La domanda di partecipazione, a cura dell’Ente Capofila del partenariato, deve essere presentata esclusivamente attraverso il sistema informativo Bandi On Line (raggiungibile all'indirizzo www.bandi.regione.lombardia.it) attraverso la modulistica disponibile a sistema e allegata all'Avviso.

 Il contributo pubblico è riconosciuto a seguito di valutazione di merito dei progetti pervenuti ad opera del Nucleo di Valutazione che sarà appositamente costituito su nomina del Responsabile d’Asse della DG Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità.

Valutativa a Graduatoria
BURL:

n. 42 del 16/10/2018 Serie ordinaria

CONTATTI:

Eventuali informazioni sull'Avviso possono essere richieste via mail all'indirizzo conciliazione@regione.lombardia.it e ai seguenti numeri telefonici:

  • Cristina Carolì 02 67654545
  • Luca Pastormerlo 02 67653570

(*) La scheda informativa tipo dei bandi regionali non ha valore legale. Si rinvia al testo dei bandi per tutti i contenuti completi e vincolanti.

Non hai trovato quello che cercavi?

Vai alla sezione Aiuto